Lance Armstrong si unisce alla comunità bitcoin

David Bailey, CEO di BTC Inc ha annunciato che il famoso ciclista Lance Armstrong utilizza ora il bitcoin.

Bailey ha raccontato in un tweet come ha creato un portafoglio con 10 milioni di satelliti (satelliti), ma questo non è ancora confermato. Anche se l’account Twitter convalidato di Armstrong è stato taggato nel tweet, il ciclista non ha ancora parlato della transazione BTC al momento della stampa.

L’investimento di Armstrong

10 milioni di sats sono un investimento enorme per un ciclista famoso come Lance Armstrong, essendo l’equivalente di 1.150 dollari all’epoca.

Matt Odell, un utente di Twitter che descrive Armstrong come un sostenitore del bitcoin, dice che Lance ora possiede più Bitcoin Code di Microstrategy, la società che ha investito 425 milioni di dollari in BTC per la sua strorehouse.

Armstrong conserva le sue risorse di BTC in un portafoglio di sua scelta, che gli permette di gestire i suoi fondi e riduce il rischio che una terza parte ne abbia accesso.

La carriera di Lance fino ad oggi

Lance Armstrong era un triatleta prima di diventare un ciclista professionista. La sua carriera ciclistica è stata oggetto di polemiche a causa dell’uso di farmaci che migliorano le prestazioni. Di conseguenza, ha perso sette titoli del Tour de France che ha rivelato nel 2013.

Armstrong è stato atletico fin dai suoi primi giorni. A 16 anni è diventato un abile triatleta ed è stato campione nazionale di triathlon su piste da sprint nel 1989 e nel 1990. Decise di dedicarsi al ciclismo, che era la sua forza e lo sport più amato.

La battaglia di Armstrong contro il cancro

Nell’ottobre 1996, il mondo è rimasto scioccato nel sentire che a Lance è stato diagnosticato uno stadio avanzato di cancro ai testicoli. I tumori erano progrediti all’addome, ai polmoni e ai linfonodi. Armstrong è stato operato e sottoposto a chemioterapia, ma il suo tasso di sopravvivenza era compreso tra il 65 e l’85%.

I medici hanno identificato dei tumori al cervello che gli hanno dato il 50-50% di possibilità di sopravvivere. Si è sottoposto ad un intervento chirurgico problematico ma di successo e, con l’aiuto della chemioterapia, nel febbraio 1997 è stato dichiarato libero dal cancro.